Granada Tourist Guide Guía turística de Granada Guida informazioni Granada Granadai vendég kalauz Ghid turistic granadatourist.com Туристическая информация о Гранаде Przewodnik po Granadzie Granada Hauptstadt Information Tourismus Andalusien Guide du tourisme à Grenade Toeristische gids van Granada

Granada


 


Granada

Storia di GranadaI resti archeologici ritrovati a Granada nel 1916 rivelano che la provincia fu abitata dai tempi del paleolitico. I ritrovamenti che risalgono all’era del Paleolitico, Mesolitico e Neolitico si trovano esposti nel museo archeologico. Intorno all’anno 1000 a.C. i Fenici che si insediarono principalmente lungo la costa crearono anche delle piccole colonie vivendo a Granada. Quando i Cartageni conquistarono la costa dopo averla strappata ai Fenici, presero il controllo del commercio della zona (550 a. C.) e vissero anche a Granada (chiamata Elybirge in quel periodo).

Granada non ha avuto un ruolo importante durante il dominio dell’impero romano e quando i romani iniziarono a cadere durante il secolo V, la città fu presa dai Visigoti.

Sotto i visigoti la città iniziò a ingrandirsi sia come dimensione che come importanza. L’importanza del cristianesimo cominciò ad aumentare tra i suoi abitanti e Granada diventò per la prima volta un importante snodo militare. Durante questo periodo anche una piccola comunità di ebrei si insediò in un quartiere di Granada dando il nome di Garnata al-yahud, molto simile al nome della città di Granada che conosciamo oggi.

L'Alhambra

Il periodo dei Visigoti durò solo 200 anni.

Nell’anno 711 i soldati mori attraversarono lo stretto dall’Africa sotto il mandato di Tarik ibn Ziyad. Dopo aver conquistato importanti città in varie regioni della Spagna, migliaia di mori arrivarono fino in Spagna. I re arabi regnarono a Granada per vari secoli raggiungendo il loro massimo splendore nel secolo XIV. Il regno arabo portò con sè un periodo di prosperità scientifica, culturale e commerciale. I mori migliorarono in maniera significativa il sistema dell’agricoltura e di irrigazione e alcune delle loro scoperte sono utilizzate ancora oggi. Introdussero inoltre in Spagna le arance, le mandorle, il riso, la canna da zucchero, e la carta. La tolleranza religiosa praticata dai mori fece sì che comunità musulmane, ebree e cristiane potessero vivere in perfetta armonia. Nel secolo IX furono costruite la fortezza della Alcazaba sul monte della Alhambra e il palazzo dell’Alhambra nel secolo XV. Granada ebbe una forte indipendenza grazie in parte al patto firmato con il re castigliano Fernando III. Questo patto stipulava il pagamento di ingenti tasse ai cristiani.

Guida viaggio Granada

Il patto aiutò a proteggere i mori per molti anni da una invasione spagnola dato che i castigliani stavano conquistando il resto del territorio spagnolo. I mori poterono tenere Granada fino al 2 gennaio 1492 quando alla fine fu conquistata da Fernando e Isabella, conquista che presupponeva la presa dell’ultimo regno moro in Spagna.

L’università di GranadaNei primi anni dopo la conquista cristiana di Granada ci fu un grande rispetto verso la quantità di arabi che viveva nella città così come per i loro usi e costumi. Ma cambiò del tutto nel 1499 quando il cardinale Cisneros volle che tutti i mori venissero battezzati. Più tardi la popolazione araba venne castigata con il pagamento di elevate tasse e venne proibito loro indossare abiti arabi o parlare un’altra lingua che non fosse spagnolo. Nel 1568 a causa di tutte queste pressioni i mori che ancora vivevano a Granada si ribellarono contro i castigliani ma furono sconfitti e i ribelli espulsi da Granada. L’università di Granada, che oggi fa parte dell’importante storia più recente di Granada, fu fondata proprio in questo periodo (1531) da Carlo V.

Granada - Il SalonNon ci furono cambi sostanziali a Granada fino al XIX secolo quando i terreni furono recuperati grazie all’alienazione e furono influenzati dal gusto francese e inglese nel disegno di parchi, giardini e piazze. Il Salon, la Bomba e altre piazze furono il risultato di questa attività, nonostante il fatto che la costruzione portò alla distruzione di una parte importante dell’antico disegno di Granada. Ciò può essere osservato nella Gran Via, la cui costruzione avrebbe sacrificato l’antico quartiere della Mezquita Mayor.

Granada - Camino de RondaDurante il XX secolo Granada continuò a crescere verso sud verso la pianura fertile (la pianura della città), sorpassando la frontiera ideale del Camino de Ronda. La speculazione e la pianificazione della città senza senso sono le colpevoli della costruzione di enormi blocchi di edifici situati in due lunghi viali paralleli: la menzionata Camino de Ronda e la via Pedro Antonio de Alarcon. Nonostante l’allontanamento dal disegno urbanistico che impera a Granada, gli edifici furono occupati velocemente da nuovi abitanti giovani. Così, in un processo vertiginoso, nacquero gli appartamenti per studenti.

Granada - festival internazionale della musica

Oggi Granada, a parte essere una città di grande attrazione turistica, è inoltre una città moderna che attrae congressi e celebrazioni di carattere internazionale come il festival internazionale della musica e dela danza celebrato ogni anno a Granada a fine giugno.


tornare su


successiva  

Limitazione di responsabilità: Abbiamo fatto il possibile perchè le informazioni contenute in questo sito siano il più precise possibile, ma sono fornite ‘così come sono’ e in nessun caso ci riterremo responsabili per perdite, danni o invonvenienti causati da, o in ogni modo connessi all’utilizzo di questo sito e delle sue informazioni.


 
Corsi di spagnolo in Spagna
    Corsi di spagnolo in Spagna  


Mappa di Granada
 ingrandire  

 

 

Introduzione | Storia di Granada | Informazioni utili | Mappe di Granada | Il tempo a Granada | Mezzi di trasporto | Monumenti a Granada

Musei a Granada| Vita notturna a Granada | Provincia di Granada | Ristoranti